... curiosit popolari                                         Cava Manara
 
 

    Gennaio

Per Capo d'Anno:

Sa tca l an nv cun vent e bfera
st crt che a Pavia pr d vss in giassra

Ecco l'Epifania, che tut i fest la pra via, in quanto conclude il ciclo delle giornate festive cominciate col Natale. Ma si fa notare anche che, Pasquta un urta, alludendosi al fatto che, passato il solstizio invernale, le giornate cominciano ad allungarsi. La Befana poi

la v a vd se i fi i fn nna
e cui rest dal d d Nadal
a qui brav la gh f l regl

Per S. Antonio (17) si ribadisce l'argomento dell'allungarsi delle giornate con S. Antoni un ura bona. In fatto per di temperatura, si nota per Sant Antoni una frd dal demoni contrastando con quanto si pronti ad asserire quattro giorni pi tardi per Santa Agnese (21): Santa Gnsa cura la lusrta pr la ssa (siepe), tanto pi che i bene informati assicurano nel modo pi tassativo e senza tema di smentita che S. Agnese avrebbe avuti pronti come dote ben cento carri di neve. Con tanta abbondanza il fidanzato poteva certamente star fresco, anche per la prospettiva di imparentarsi con uno suocero tanto generoso. Giunti alla fine del mese si conclude che:

Se stu mes l frd e st
a gh sar furment e frt

Ben venga il freddo dunque, ed anche l'asciutto. Complemento dei proverbi stagionali e meteorologici per quanto riguarda gennaio, la tradizione dei tre giorni della Merla, il 29, 30 e 31, ritenuti i pi freddi dell'anno, e cos detti per la leggenda, prettamente pavese.


    Febbraio

Giorno 2, Purificazione di Maria Vergine:

Madona d Sarila
dl inveran sum fra
sa fioca o tira vent
quaranta d sum umm drent

Ossia, in termini pavesi, l'inverno finito se la stagione si messa al bello altrimenti...
S. Biagio (3): A San Bis, benedissa la gula e l ns per ottenere il patrocinio di questo Santo invocato contro i mal di gola. Alla fine di febbraio, si fa il bilancio del mese:

S' n stat cald i d pass
dss p marss l a f cren (indisporre)
e sa tirar dl vent
bunansius sar l furmnt

Si allude alla instabilit meteorologica di marzo che un giorno regala la pelliccia alla moglie e un giorno gliela toglie; ma ad ogni modo la stagione si va rimettendo al bello a vantaggio del raccolto.


    Marzo


Marss marst
longh al d tant me la not

S. Giuseppe (19):

L l sanssa a l d d inc
dapartt da f i fars (fritelle dolci)

e per provare che, malgrado le intemperanze di questo mese, il freddo se ne sta andando :

A San Giusp
sconda al scaldalt

Attenti per, perch:

Cunussar par prva
ma 1 mta la lna nva


    Aprile


Comincia la stagione delle piogge, e quindi:

April tt i d un barl

sperando per che:

se l ciel al cambia cra
vegna vltar la primavera

A Pasqua:

Vegna Pasqua quand a gh n via
che la gaba la gh la fia.
La campagna la tca a bt
(germogliare) e l paisan a laur

S. Caterina (30):

A Santa Catarina
dastaca i vach da la cassna

e ci a dimostrare che la stagione va mettendosi al bello permettendo la vita del bestiame all'aperto. Malgrado ci:

April nnca un fil

serve di consiglio a non smettere gli indumenti invernali.


    Maggio


Mag adg adg

preso come addentellato di April nnca un fil consiglia ad essere prudenti nel lasciare gli indumenti invernali
Ascensione: il momento di rinnovare il bestiame nelle aziende agricole, e allora si dice che:

Par la fsta dl Asensin
tt i tor i vegnan bn

Pentecoste:

Nebia e acqua a Pentecst
tant al fm e poch al rst

Corpus Domini:

Se stu d l bel sri
pr al racolt sa spera bi

    Giugno


Lot, bigat e ravissn
la speranssa di cuin
(minchioni)

ammonisce che poco fondate devono ritenersi le speranze nei risultati dei bachi da seta e nel raccolto dei ravizzoni, sempre aleatori come le vincite al lotto.

S. Giovanni (24):

La matina d San Giun
tanta gent ad la cit,
prima un m d sun i campn
vn a godas la rus
(rugiada)

S. Pietro (29):

Cda l fr senssa viamnt (rumore)
e va gi a tai l furmnt

    Luglio


Cavai, don, libar e dan
a imprestai ta gh giuntar
(rimetterai)

Beato Tommaso da Kempis:

In dla cesa d San Tums;
l pr i povar dla cit
e par qui ad la campgna
gh r furmag a vulunt
cl d li l r na ccgna.
L gh gnd (presumaruma)
da Tumas al num ad tuma (forma di formaggio)

S. Maria Maddalena (22):

Santa Madalena
tri neg cun le si a mna

Il proverbio allude al pericolo che si corre bagnandosi nelle acque dei fiumi, svaga che ogni anno, si pu dire cagiona vittime. Una lapide conservata nel portico dell'Universit ricorda che nel 1509 uno studente svevo, Michele Ziegler, per mentre prendeva un bagno nel Ticino e conclude con l'ammonimento: Caldis ablue lector aquis. (O lettore, lavati nell'acqua calda).

S. Anna (26)

A Sant Ana cra l acqua par la pina

S. Pantaleone

e par San Pantaleon quasi sempar un acquarn

    Agosto


Nud (nuotate) nud tre volt al d
che l mes d agust p crapar

Viene con ci ripetuta l'allusione al pericolo dei bagni, specie per gli inesperti al nuoto, ed anche perch i prolungati bagni nel fiume producono un indebolimento generale.

S. Lorenzo:

A i campn ad San Lurnss,
scva apena o f n busn,
no par rid, prst e sunss
tt i sass vgnan carbn

Si dice infatti che scavando la terra mentre suonano le campane per la festa di San Lorenzo, si trova sempre qualche pezzetto di carbone, e ci alludendo al suo martirio.

In agust gui a malss,
l dificil risanss

    Settembre


Quand che l su l sa volta indr
l'induman gh um l cqua a i p.
Quand che l ciel l tt a pan
piva no inc, piova dimn

S. Matteo (21): il momento della raccolta delle noci; quindi:

A San Mat s bta i nus cul matar

Avvertimento ai cacciatori...

Caciadur dasliga l cn
che in riserva gh l fasn

...e ai cantinieri:

Cantin pronta i vassi (botti),
sa ft cunt cun dal bon vi
d impinii pr San Crispi

    Ottobre


S. Dionigi (9):

Qust l vst gni scr in ri
n ti dinturan dl Calvri,
vrss i tr dopu l mesd
quand Ges l r dr mur

S. Gallo (16):

Sa f bl a l d d San. Gl,
far bl fin a Nadl
e se inveci piuar,
poca bla la sar

S. Crispino (25):

L stat sempar San Crispin
grand amis di savatin
e i bagt
(calzolai) cun gran unur
a l an ft so protetur

    Novembre


Sa fioca in sla fia di murn
l un invran da cuin

S. Martino v. (11):

Se la sira d San Marti
al su l v gi in sari,
al fitaul a l cmpra l fi

Perch la temperatura si far presto rigida a danno della produzione dei foraggi.

San Martei papa,
chi p no pag scapa

Evidente riferimento agli agricoltori ed che a questa data cambiano podere.

S. Caterina (25):

A Santa Catarina
tegna s la barramina

ora, cio, di trattenere il bestiame in stalla.

    Dicembre


S. Bibiana (2):

A l d d Santa Bibina
tt i luv cran a la tna

Perch comincia il freddo.

S. Siro (9):

A San Sir, qutat s quand vt in gir

S. Lucia (13):

Santa Lssa l l d pss crt ca ch sia

SS. Natale:

Inc i bravi fiuli
pregan tant Ges Bambi,
parch l abia da prutg
pap, mama e noni vg

Sa l sar Nadl suln
Carnual a gh v l tisn

Si crede che se a Natale splende il sole, il lupo esca dalla tana per farla asciugare. Ritornandovi alla sera, vi dovrebbe rimanere fino a carnevale.