... tradizioni e credenze                              Cava Manara
 
 

Oggi ancora nel pavese si crede che se a capo d'anno la prima persona che si incontra Ŕ un uomo l'annata sarÓ lieta, mentre sarÓ invece triste se sarÓ stata una donna.


L'om al mena bˇn, la dona la mena grÓm...


Ma Ŕ credenza da misogeni!

Pi¨ caratteristico il fatto che a capo d'anno in molte famiglie non si mangi polleria perchŔ si ritiene che i polli, raschiando con le zampe il terreno all'indietro chiudano la porta all'abbondanza. Si mangia invece molta carne di maiale e di preferenza il muso che per aver sempre grufolato in avanti ha tendenza a progredire. Da ci˛ dovrebbe venire un buon auspicio per la famiglia. Le ragazze da marito poi hanno un sistema che ritengono infallibile per conoscere se entro l'anno lasceranno la casa paterna per sposarsi o se invece dovranno rimanere a maturare un anno in pi¨. Postesi sull'uscio d'entrata della casa stessa, calzando le pantofole (savÓt), dopo aver impresso alla gamba destra rialzata un movimento ondulatorio, scaraventano con un colpo secco la pantofola cercando di mandarla il pi¨ lontano possibile. Se la pantofola cadrÓ con la punta rivolta verso l'esterno la ragazza si sposerÓ entro l'anno, se invece cadrÓ con la punta rivolta verso la casa, la bŔla fi÷la da maridÓ (ragazza da marito) dovrÓ rimanere nella casa paterna ancora per un anno a fa i vÚrs (la zitella).